La Pravda ci fa un baffo

La Pravda ci fa un baffo.Il social media manager dei #Taleban due ore fa ha twittato che finalmente l’ultimo soldato americano alle 21 ha lasciato l’aeroporto di Kabul e quindi l’#Afghanistan diventa a tutti gli effetti un Paese libero e indipendente.Beati loro!Beati loro!Loro possono twittare, ammazzare la gente, maltrattare le donne, uccidere i musicisti, vietare … Continua a leggere La Pravda ci fa un baffo

Difendono il lavoro e boicottano chi lavora. Quattro coglioni

Il bidello precario che ha preso a pugni un giornalista e l’ha mandato all’’ospedale, anziché prendersela con i giornalisti dovrebbe riversare la sua frustrazione e prendersela con anni di governi fallimentari che hanno permesso il precariato anche se fai il bidello.Perché a me questi no vax così violenti stanno cominciando a far girare i coglioni.Che … Continua a leggere Difendono il lavoro e boicottano chi lavora. Quattro coglioni

La chat “Basta Dittatura” è un lassativo potente

È risaputo come io, soffrendo di stitichezza, debba ricorrere a rimedi naturali.Ora ne ho trovato uno molto efficace, che è la chat su Telegram “Basta Dittatura”.Ci sono iscritta anch’io perché mi aiuta a regolarizzare l’intestino.L’altro giorno nella chat è stato annunciato l’assalto ai treni e il boicottaggio dei ristoranti che chiedono il Green Pass.Il blitz … Continua a leggere La chat “Basta Dittatura” è un lassativo potente

Blitz dei No Vax contro il Giornale

Rimango alquanto esterrefatta e nutro anche una certa disforia mentale nel sapere che ieri qualche sparuto gruppo del movimento No Vax, molto più contento forse che il mondo torni al Medioevo, abbia attaccato la sede del Giornale a Milano in via Negri, con tanto di lancio di plichi di volantini contro il portone principale della … Continua a leggere Blitz dei No Vax contro il Giornale

Quella bimba col vestito rosso. Biloslavo: “Kabul Addio”

Questa sera ero in piazza a far l’aperitivo quando mi arriva un messaggio. Erano le 20.22.Fausto Biloslavo in onda alle 20.45 con il suo servizio da Kabul.Per un attimo ho pensato: “ok, quando torno a casa mi riguardo la puntata”.Ma poi. Poi mi sono guardata attorno. Ho visto la gente che rideva, mangiava, cicchettava e … Continua a leggere Quella bimba col vestito rosso. Biloslavo: “Kabul Addio”

C’è chi scambia la condizione delle donne afghane con i nostri â€œfemminicidi”

L’altra sera a rete veneta sono rimasta stordita da una cosa. Praticamente una signora ospite, tale Rosa Poloni che lotta per i diritti di tutti, ha detto che il problema delle donne afghane è sostanzialmente uguale al problema che aveva sua madre con suo padre cinquant’anni fa.Ho anche tentato di fermarla dalla brutalità dell’affermazione ma … Continua a leggere C’è chi scambia la condizione delle donne afghane con i nostri â€œfemminicidi”

Perché un libro sul covid

Ho presentato il mio libro appena uscito sul coronavirus a Castignano (Ascoli Piceno) e mi hanno chiesto perché un libro sul #covid.Perché. Perché quel giorno, quando è scoppiato il covid in #Veneto sono subito partita per andare a documentare quello che stava succedendo. Con i miei genitori preoccupati che mi telefonavano e mi chiedevano: “ma … Continua a leggere Perché un libro sul covid

Trova le differenze. Di Maio in spiaggia mentre il funzionario italiano salva i bambini

La prima foto è quella del nostro ministro degli Esteri Luigi Di Maio che in questi giorni ha gestito la crisi in Afghanistan direttamente dalla spiaggia.La seconda invece è di Tommaso Claudi, marchigiano, mio compaesano anche, che è l’ultimo funzionario dell'ambasciata italiana rimasto all’aeroporto di Kabul dopo che i Talebani si sono ripresi il Paese. … Continua a leggere Trova le differenze. Di Maio in spiaggia mentre il funzionario italiano salva i bambini

La madre dei coglioni è sempre incinta

La madre dei coglioni è sempre incinta. Allora questa scritta è apparsa sulle mura della signorile città di #Treviso qualche giorno fa.Probabilmente è opera di qualche imbecille che anziché studiare e lavorare e costruire il proprio futuro se ne va in giro a imbrattare le mura storiche con scritte che denotano una grave inferiorità psicologica … Continua a leggere La madre dei coglioni è sempre incinta

Guardo i miei capelli, penso alle donne afghane e mi sento morire

“Ma non avevi i capelli corti?”. “Sì. Ma sono cresciuti”. L’amico con cui mi incontro oggi al mare mi chiede se avevo i capelli corti.È un amico di quelli del mare, di quando rimembri i bei tempi andati.Io gli rispondo che sì, che sono cresciuti. Che ora ce li ho dalle spalle ma oggi li … Continua a leggere Guardo i miei capelli, penso alle donne afghane e mi sento morire

Chiedetevi perché gli italiani non fanno figli

Allora chiedetevi perché gli italiani non fanno figli. Chiedetevelo. Se abbiamo bisogno degli stranieri per raccogliere i pomodori!L’altro giorno in un gruppo su whatsapp si discuteva sul perché gli italiani non fanno più figli. Pochi a dire la verità ne discutevano. Alla gente non interessano certi argomenti. La gente parla solo di covid e vaccini. … Continua a leggere Chiedetevi perché gli italiani non fanno figli

“Dialogo serrato con i talebani”, Conte era meglio se stava zitto

Non ho capito se quando li arruolano nel Movimento Cinque Stelle li facciano diventare idioti o cosa. Questi secondo Conte, sono quelli con cui l’Italia e il mondo intero dovrebbero cercare un “dialogo”. “Serrato” mi raccomando.Le immagini arrivano da una giornalista iraniana. Cioè uno si trova con i talebani in casa, sul tetto, armati di … Continua a leggere “Dialogo serrato con i talebani”, Conte era meglio se stava zitto

I talebani sono moderati e la sinistra ha il prosciutto sugli occhi

Mi chiedo come possano aver stuprato il cervello di alcuni beccafichi che hanno creduto nell’arrivo dei talebani moderati.Allora a scanso di equivoci, per coloro che credevano che i talebani fossero tornati sobri razionali carini e tolleranti, questa è una foto che ritrae un negozio di abiti da sposa a Kabul.Ci sono alcuni addetti ai lavori … Continua a leggere I talebani sono moderati e la sinistra ha il prosciutto sugli occhi