Alpini Udine 2023. Già tutto esaurito

Da Libero – 17 maggio 2022

Alla fine il tempo è galantuomo. Restituisce tutto a tutti. E alle cattiverie ci pensa la Provvidenza. Ebbene. Per la 94 esima Adunata degli Alpini che si terrà a Udine nel 2023, è già tutto esaurito. Alberghi pieni, appartamenti anche, b&b idem, solo qualcosa su Airbnb. Alla faccia di quelle che si sono prodigate attivando una petizione per sospendere per due anni le adunate. Ieri le firme erano giunte a 20.140. Ma nei vari siti di prenotazione ferie, alloggi, alberghi e vacanze è tutto esaurito. Vallo a dire agli albergatori ancora crocefissi dal covid, che la manifestazione viene sospesa. “Chiediamo la sospensione per due anni delle adunate degli Alpini”, schiamazzavano in coro le attiviste di “Non una di Meno”. “Diamo un chiaro segnale”, “non siamo più dispost* ad accettare questo comportamento svilente per le donne”. Ma nessuno minimizza o toglie gravità alle molestie, qualora ci siano state, ma non so cosa ci sia di più svilente nell’affidare una violenza al marciume del web. Finora una sola denuncia. Forse ne arriveranno altre due. Ma su 500 segnalazioni, nessuna richiesta di aiuto è giunta durante i giorni dell’ Adunata. Udine non è Rimini. Ha meno alberghi, ma ieri cercando una camera per i giorni del prossimo raduno l’ho trovata a 25 chilometri. Inserendo come motore di ricerca le date 11 maggio – 15 maggio 2023, Booking.com riportava: “Nessuna struttura rimasta nel nostro sito”. Solo qualcosa in periferia, ma i prezzi sono alti e i chilometri dal centro sono tanti. Per le strutture più abbordabili: “Resta solo una camera a questo prezzo”. Altre disponibili sono a 20, 25, 30 chilometri da Udine. Se provo a chiamare in un hotel quasi si mettono a ridere: “No signora, mi dispiace è tutto pieno”. Provo in un altro: “Siamo già completi”. Non mi arrendo e provo ancora. Zero. Niente da fare. “Mi deve mandare una mail ma stiamo aspettando delle conferme, le faccio sapere”. Impossibile, non si trova niente. Il karma. “L’Adunata del 2023 non sarà solo un evento che incarna i valori di solidarietà, fratellanza e volontariato dell’Ana, ma sarà anche un grande evento economico e turistico”, aveva detto l’assessore comunale alle Attività produttive, Maurizio Franz. “Una pazzia sospenderla – aveva tuonato il sindaco di Udine Pietro Fontanini – Stiamo parlando di episodi i cui contorni sono tutti da chiarire e  i responsabili devono avere un nome e un cognome”. Intanto da Rimini arriva la solidarietà dell’associazione albergatori della Riviera Romagnola che esprime “la profonda gratitudine all’Associazione Nazionale Alpini per l’atmosfera che ha regalato al territorio”, elogiando la “condotta irreprensibile dei partecipanti, che si è sempre mantenuta in uno spirito gioioso e aperto”. L’associazione condanna eventuali episodi spiacevoli, ma si dissocia da “polemiche che forse per mera voglia di visibilità gratuita, hanno voluto confondere la pura goliardia con comportamenti non consoni o molesti”. Arrivederci al 2023. 

Serenella Bettin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...