Ma peggio degli scafisti sono quelli che ballano sui cadaveri dei migranti ancora caldi

Ma peggio degli scafisti ci sono quelli che ballano sopra i cadaveri dei migranti ancora caldi.E guardali mentre volteggiano. Guardali. Guardali nel loro squallido agitarsi mentre ballonzolano e svolazzano sopra i corpi di settanta disgraziati. Guardali.Non hanno nemmeno fatto in tempo a essere riposti dentro una bara che già le iene di carne umana danzano … Continua a leggere Ma peggio degli scafisti sono quelli che ballano sui cadaveri dei migranti ancora caldi

Dai verbali del naufragio di Curto

Ho letto la testimonianza nei verbali di un sopravvissuto al naufragio di Curto e mi sono venuti i brividi.I morti del mare, quelli nel Crotonese, non sono colpa di Giorgia Meloni, di Matteo Salvini, di Matteo Piantedosi. E non sono nemmeno colpa degli italiani.No.I morti del mare sono lo specchio dell’ipocrisia, dell’arroganza, della supponenza, dell’accoglienza … Continua a leggere Dai verbali del naufragio di Curto

Soumahoro non sa cosa accade dentro casa sua, ma difende i braccianti in Parlamento

La triste parabola di Soumahoro, l’onorevole con gli stivali di gomma, il paladino degli oppressi, finisce qui.In un pianto retorico anche abbastanza penoso che desta un certo imbarazzo.Non è passato molto tempo da quando Soumahoro, il sindacalista dei diritti dei braccianti, dei migranti e degli ultimi, si è presentato davanti Montecitorio con gli stivali di … Continua a leggere Soumahoro non sa cosa accade dentro casa sua, ma difende i braccianti in Parlamento

Mancano stranieri. Ma gli italiani torneranno a raccogliere pomodori ðŸ…

La Ragione - Martedì 19 luglio 2022 Inutile che ci giriamo attorno. Ci sono tanti lavori che gli italiani non vogliono più fare. Mica da oggi. Da mo’. Si sono convinti che fare il cameriere a Londra sia più chic che farlo in Italia.Nel Belpaese poi un cameriere è un poveraccio che tira a campare, … Continua a leggere Mancano stranieri. Ma gli italiani torneranno a raccogliere pomodori ðŸ…

I delinquenti mai espulsi

Lo stupratore nordafricano di Segrate doveva essere espulso.Ma noi siamo bravi a far fuggire i cervelli e a riempire i buchi con la gentaglia.Siamo bravissimi. Lo stupratore di Segrate (Milano) è quello che la notte del 21 dicembre ha stuprato la donna dentro l’ascensore. Per otto minuti di terrore. L’ascensore andava su e giù. Mentre … Continua a leggere I delinquenti mai espulsi

La mala “accoglienza”

Nel video qui sotto (ottobre 2018) dove si vede il mio contributo su Mediaset, nella trasmissione "W l'Italia", abbiamo raccontato la gestione del fenomeno immigrazione in Veneto nel 2018. Una gestione infruttuosa e infruttifera sui cui le cooperative hanno lucrato. Non si spiega perché nonostante le indagini che hanno coinvolto la cooperativa in questione, la … Continua a leggere La mala “accoglienza”

Italia chiama, Europa picche

Italia chiama, Europa picche.Ve li ricordate i famosi Accordi di Malta, quelli tanto sbandierati da tutta quella corrente del politicamente corretto, “L’Italia non è più sola” aveva detto il ministro Lamorgese quel giorno di settembre a La Valletta. Un accordo che doveva servire per la ridistribuzione dei migranti e che come punti chiave aveva proprio … Continua a leggere Italia chiama, Europa picche

Dai tubi ai migranti è un attimo

Dai tubi ai migranti è un attimo.La Nova Facility di Treviso è la società che gestisce l’hotspot di #Lampedusa. Una società che nel 2014 era in perdita e ora ha bilanci milionari. Oltre all’hotspot gestisce anche tre ex caserme dedite all’accoglienza. In pochi anni ha seminato centri sparsi per l’Italia. Con un valore della produzione … Continua a leggere Dai tubi ai migranti è un attimo

In che razza di mondo vivete

https://video.corriere.it/cronaca/migranti-video-guardia-costiera-salvataggio-bambini/e01e20e8-0f93-11ea-bd6b-b9b6fa42a1a4 Facciamo schifo. Facciamo tanto schifo. Allora adesso ascoltate questo video. Ascoltatelo. Guardatelo. Poi pigiate sul tastierino e ascoltatelo ancora. Andate a letto con le urla di questa bambina nelle orecchie. Con le urla di questa bambina dentro la testa. Andate a letto con questo. E poi ditemi. Ditemi se riuscite a dormire. Ditemelo. Perché … Continua a leggere In che razza di mondo vivete

Eccoli i figli della protezione umanitaria

Acqua e zucchero mentre moriva, “poi quando hanno visto che stava diventando cianotica l’hanno messa su un divano, dopodiché moriva”. Questi sono gli ultimi attimi di Desirée. Gli ultimi spiragli di vita, di una vita finita troppo presto. Drogata. Stuprata. Violentata a turno. Si erano messi in fila per dilaniare il corpo di lei. Per … Continua a leggere Eccoli i figli della protezione umanitaria

Tira un pugno in faccia alla vigilessa ma resta libero e mendica

"Il 6 febbraio 2016 James Osaro, questo il suo nome, aveva aggredito una vigilessa a #Marcon, nel #veneziano. L'aveva strattonata, scaraventata e sbattuta addosso alla vetrata di un locale. Poi, non contento, le aveva anche tirato un pugno. Per questo era stato processato con rito abbreviato in Tribunale a Venezia, condannato ma subito rilasciato. Per … Continua a leggere Tira un pugno in faccia alla vigilessa ma resta libero e mendica

Conetta: tra nebbia e migranti 

Io li ho visti. Gli occhi di quei migranti.  Persi. Perduti. Smarriti. Alcuni confusi. Disorientati. Turbati.  Tristi.  Li ho visti gli occhi di chi non sa cosa fare e di chi dimentica perfino il proprio nome.  Ma ho visto anche quelli pieni di odio. Di ribellione. Di ingratitudine. Colmi di quella voglia che attira vendetta.  … Continua a leggere Conetta: tra nebbia e migranti 

L’asilo in Italia è un posto sotto il cavalcavia di Milano

Lui si chiama Wasir. Ed è afghano. Lo incontriamo il 2 settembre 2016, sotto il cavalcavia della tangenziale di #Milano, all'altezza dell'uscita di #Linate. Tra via Corelli e parco Forlanini. Lì, in quel posto fatto di vento e cemento c’è un mondo. Il mondo di chi è stato accolto in Italia, messo in qualche centro … Continua a leggere L’asilo in Italia è un posto sotto il cavalcavia di Milano