Ginevra muore a due anni di covid. L’odissea da un ospedale all’altro

Non vi nego che sono stata in difficoltà a fare questo servizio e scrivere questo pezzo. Quando ho visto l’immagine di quei genitori con la loro figlioletta in braccio mi sono sentita morire.
Ginevra, che aveva al posto degli occhi due gocce di inchiostro che manco te li immagini, è morta a 2 anni. Il covid se l’è portata via senza darle alcuna possibilità di lottare. La bimba che dite che era in attesa di trapianto, non è lei. Ma un ‘altra. Di sei mesi. Di Lecce. Come scriviamo su Libero.
Non voglio aggiungere altro. A chi ha ostacolato e ridicolizzato i vaccini e altro dico solo vergognatevi.

Pezzo uscito su Libero lunedì 31 gennaio

Aveva due occhi neri che sembravano due gocce di inchiostro che nemmeno te li immagini. Due guanciotte piene, un nasino da vispa e un sorriso meraviglioso che ti catturava. L’undici dicembre scorso la mamma postava su Facebook una foto. “La mia famiglia”. Nella foto ci sono lei, il marito e la piccola Ginevra. Tanti palloncini attorno. Rosa. Gialli. Dorati. Una torta grande di compleanno. Immensa. Gigantesca. Con l’immagine e i peluches di Lilli e il Vagabondo. Era tutto perfetto. Per festeggiare quella stupenda creatura miracolo della vita. Ma Ginevra Sorressa, 2 anni, è morta. Il covid bastardo se l’è portata via. La piccola, di Mesoraca, un piccolo paesino in provincia di Crotone, si è ammalata la settimana scorsa; venerdì è stata ricoverata in ospedale a Crotone che dista mezz’ora da Mesoraca. A Crotone vedendo che non riuscivano a fare niente, l’hanno trasferita in ospedale a Catanzaro a un’ora e 13 minuti da Crotone, ma qui è arrivata che aveva già febbre alta e difficoltà respiratorie dovute a una polmonite. Nel giro di poche ore, un aereo militare è andato a prendersela, trasportandola d’urgenza all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Ma non c’è stato nulla da fare. Ginevra è morta sabato sera senza che il covid le abbia consentito di lottare. Una crisi respiratoria. I genitori, Rossella Londino e Giuseppe Sorressa, il padre anch’egli positivo al covid, sono in stato di shock. Come lo è il nonno che sabato pomeriggio ha parlato col sindaco. “Mi ha detto che la piccolina stava male – racconta a Libero il sindaco di Mesoraca, Annibale Parise – era in ansia. L’avevano appena trasportata a Roma. Ma nessuno avrebbe mai pensato una cosa del genere. L’hanno trasferita a Catanzaro perché l’ospedale di Catanzaro ha maggiori competenze, ma qui hanno visto che non riuscivano a fare niente e l’hanno portata al Bambino Gesù”. La piccola è deceduta dopo poche ore dall’arrivo in capitale. Per trasportarla è accorso un C-130J dell’Aeronautica Militare e a richiedere il trasporto d’urgenza è stata la prefettura di Catanzaro. Pochi attimi. Un coordinamento con il Comando Operativo di vertice Interforze e l’ordine di decollo che arriva da parte del comando della Squadra aerea a uno degli equipaggi dell’aeronautica militare, pronti per il trasferimento di pazienti in questo genere di casi. Il C-130J della 46 esima Brigata Aerea di Pisa ha imbarcato l’ambulanza con dentro la piccola assistita per tutto il viaggio da una equipe medica. Atterrata all’aeroporto di Ciampino la corsa disperata in ospedale…

continua clicca il link 🔗 https://www.liberoquotidiano.it/news/italia/30304010/covid-ginevra-sorressa-morta-due-anni-calabria-48-ore-storia-sconvolge-italia.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...