Mi piaceva Ratzinger. Dio se mi piaceva

Io me lo ricordo quando venne eletto Papa Ratzinger. Dio se me lo ricordo. Era il 19 aprile 2005. Studiavo all’Università in quegli anni. Belli. Senza pensieri. Con tanti sogni. Il tempo non era come quello di adesso che ti scivola via tra le mani, che te lo senti passare addosso, che ti travolge l’anima. … Continua a leggere Mi piaceva Ratzinger. Dio se mi piaceva

Il Papa non riesce a camminare. Ma quello che è logoro è il suo cuore

Questo che segue è il mio pezzo uscito su Libero domenica 1 Maggio 2022 La voce affaticata, il volto dispiaciuto, sommesso quasi commosso, come a espiare una colpa non sua, il Papa ieri alla fine dell’udienza con i pellegrini della Slovacchia, in Aula Paolo VI si è confidato e ha detto che non riesce tanto … Continua a leggere Il Papa non riesce a camminare. Ma quello che è logoro è il suo cuore

Lettera ai padri 

Dal diario di #Facebook del 5 ottobre 2017  Ieri sono andata a un funerale. È morto un padre di famiglia. Allora guardavo i figli di quel padre sorreggersi e farsi forza. Seguire quel carro funebre come guidati da un padre che conduce la via. Perché questo fa un padre. Guida. Allora guardavo quel figlio avanzare con … Continua a leggere Lettera ai padri 

Habemus Papam

"Habemus Papam" Ci voleva la maestria, la bravura e l'eleganza di Nanni Moretti per fabbricare un film così. Non volgare, non offensivo, non ridicolo. Ripercorre perfettamente quel senso di inadeguatezza che può invadere l'essere umano e ne fa la sua forza. Siamo a Roma. Città del Vaticano. Conclave. Il Papa è appena morto e si … Continua a leggere Habemus Papam